Nuove tecnologie e non solo...

Apex Legends vs Fortnite

Benritrovati Gamers!! Con l’articolo di oggi vogliamo fare il punto su alcuni record-risultati ottenuti dai più famosi battle royale games del momento, mettendoli a confronto dove è possibile.

Tutti voi avrete senz’altro sentito parlare di Apex Legends, il nuovo videogioco free-to-play battle royale che continua a far registrare numeri da record.

Apex Legends viene lanciato a sorpresa come titolo gratuito il 4 Febbraio 2019 e stando alle parole di Zampella, CEO della Respawn Entertainment, nessuno si sarebbe aspettato un interesse del genere dalla comunità di videogiocatori.

“È stato un viaggio incredibile. Ci abbiamo sbattuto la testa, abbiamo discusso molto, ma siamo arrivati ad un punto in cui sentivamo ci fosse qualcosa di magico. Sapevamo che sarebbe stato rischioso portare il franchise in questa direzione, renderlo un free-to-play con un lancio a sorpresa. Ma eravamo innamorati di Apex Legends e volevamo ed avevamo bisogno che ci giocassero anche altre persone.”

Speravamo che lo amaste tanto quanto noi, ma neanche nelle più rosee previsioni ci saremmo aspettati il supporto e la positività che stiamo vedendo”

Zampella, CEO Respawn Entertainment

Parlando di numeri, Apex Legends ha toccato 1 milione di giocatori a pochissime ore dal lancio e 2.5 milioni dopo 24 ore. A distanza di 72 ore si è potuto registrare un totale di 10 milioni di giocatori e 1 milione connessi contemporaneamente.

Cifre da capogiro che non sono state nemmeno scalfite dai suoi concorrenti. Infatti per ottenere risultati simili, Overwatch ci ha impiegato 3 settimane e PUBG all’incirca sei mesi.

Chiaramente il concorrente da battere rimane Fortnite, in quanto anch’esso è stato concepito come free-to-play. Diamo, dunque, un occhio più da vicino ai numeri di Fortnite.

A discapito di un continuo scetticismo che aleggia attorno al titolo della “Epic Games” e “People can fly”  nella comunità online, i record sono all’ordine del giorno e il trend positivo sembra non aver mai fine.

Basti considerare i numeri di inizio 2018 quando Fortnite non aveva ancora toccato quota 50 milioni di giocatori, ma con una revenue nel 2017 di oltre 2 miliardi di dollari.

Nella scorsa estate, quando a Giugno 2018 Fortnite contava 125 milioni di giocatori lo scetticismo sembrava non placarsi, ma i numeri di fine 2018, quasi 200 milioni di giocatori, sono una riprova di un trend che sembra non aver più fine.

Senz’altro fino ad oggi la parola crisi sembra non rientri nel vocabolario della Epic Games, la quale ha già presentato i nuovi contenuti per la settima stagione, sia per la modalità “Battle Royale” che per la modalità “Salva il Mondo”.

Fin’ora, l’unica vittoria ottenuta per Apex Legends contro Fortnite è avvenuta su twitch, durante l’evento TwitchRivals, che ha visto un totale di 8,3 milioni di ore di visualizzazione in un solo giorno contro le 6,6 milioni del suo diretto rivale.

Ormai anche titoli più famosi come Call of Duty e Battlefield stanno cercando di salvaguardare la loro ”fetta di mercato” con l’imminente uscita di nuove modalità simili al Battle Royale. Questo è probabilmente il preludio di un cambio di rotta, che vede le nuove uscite free-to-play concorrere contro titoli cult in circolazione ormai da decenni.

NON DIMENTICATE DI COMMENTARE AI SEGUENTI LINK!!

Facebook: https://www.facebook.com/nonsolomobile/

Twitter: https://twitter.com/nonsolomobile

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCtKVhFgCvJlnSxC9Tyq5fmQ?view_as=subscriber

IL TEAM DI NONSOLOMOBILE.IT

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2022 NonSoloMobile

Theme by Anders Norén

Follow by Email
YouTube