Nuove tecnologie e non solo...

Attivata la prima rete 5G commerciale al mondo a Doha, peccato che non esistono dispositivi compatibili.

Ooredoo ha annunciato in questi giorni di aver lanciato la 5G Supernet, un’infrastruttura di rete che definisce come la “prima rete 5G commercialmente disponibile in tutto il mondo”, di cui beneficeranno gli abitanti di Doha, capitale del Qatar. Il provider ha puntato massicciamente sulla nuova tecnologia internet mobile, e lo fa dal 2016 quando aveva lanciato i primi test locali, sviluppato le prime stazioni radio base, e a novembre aveva lanciato alcuni servizi business basati sul 5G sotto forma di test insieme a Qatar Airways.

Non è la prima volta che Ooredoo si appropria di un record sul 5G. La compagnia aveva dichiarato precedentemente di aver iniziato ad offrire “un’esperienza di velocità in 5G” ad alcuni utenti selezionati e particolarmente importanti, prima di collaborare con ZTE a marzo per la commercializzazione di hardware compatibile con le tecnologie 5G. L’annuncio degli scorsi giorni include il roll-out del primo stadio della nuova rete in 5G sulla frequenza 3.5 GHz all’interno dei confini di Doha, coprendo l’isola Pearl-Qatar fino all’Hamad International Airport.

La copertura è garantita in diverse aree della capitale, come Lagoona, il Katara Cultural Village, la West Bay, con la promessa di raggiungere nuove aree del Qatar già nei prossimi mesi. L’annuncio ufficiale, lanciato dal CEO di Ooredoo Waleed Al Sayed, è ovviamente decisamente pomposo: “Siamo la prima compagnia al mondo ad offrire l’accesso alla tecnologia e ai servizi 5G, e gli abitanti del Qatar sono i primi ad aver accesso agli incredibili benefici che porterà questo upgrade tecnologico”, anticipando inoltre i vantaggi delle nuove reti in 5G.

Con la capacità di collegare un numero più alto di dispositivi all’interno della stessa cella, a velocità e latenze inferiori, il 5G sarà in grado di pilotare diverse innovazioni come sistemi di aiuto per le auto a guida autonoma, o l’implementazione di strade smart e di droni di servizio. L’annuncio di Ooredoo è certamente importante, ma c’è un problema: ad oggi non c’è un solo dispositivo compatibile con le nuove reti, almeno non per il pubblico comune. Negli scorsi mesi la compagnia ha rilasciato dei device modificati ad-hoc per alcuni utenti VIP, in modo da “sfruttare l’esperienza della velocità in 5G”, ma nel listino attuale non sono ancora disponibili.

Non sono stati annunciati, inoltre, i dettagli per quanto riguarda la velocità di connessione sulla nuova Supernet. Ooredoo aveva dichiarato che la sua esperienza in 5G avrebbe offerto velocità in download da un massimo di 1 Gbps, e che in laboratorio era riuscita anche ad andare oltre quella soglia, tuttavia per la nuova rete pubblica non è stato menzionato alcun numero, se non una nota piuttosto vaga che indica “velocità e capacità molto più alte e latenza migliore rispetto ai sistemi attuali per la rete cellulare”. Pare però che per sfruttarle bisognerà aspettare un’attrezzatura che non arriverà prima di giugno, mentre per gli smartphone si dovrà aspettare almeno fino al 2019.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2022 NonSoloMobile

Theme by Anders Norén

Follow by Email
YouTube