Nuove tecnologie e non solo...

In Italia solo il 54% degli abbonati Netflix, sfrutta l’abbonamento sulla Tv, in tanti usano ancora altri dispositivi

Secondo i dati diffusi dalla compagnia americana, in Italia tra tutti i gli abbonati al servizio, solo il 54% sfrutta il servizio sulle Tv di nuova generazione connesse ad internet; mentre il restante 46 si divide tra Pc con il 23%, smartphone con il 13% e per ultimo con solo il 10% troviamo i clienti che sfruttano i tablet.

La conferenza stampa a porte chiuse tenutasi qualche giorno fa nel  quartier generale di Los Gatos ha fatto emergere questi dati per quanto riguarda il nostro paese.

Forse le statistiche svelate non sono eclatanti ma è la prima volta che Netflix decide di fornire qualche elemento informativo sull’argomento. Ad esempio a livello globale le percentuali sono leggermente diverse rispetto a quelle italiane: si parla di un 70% TV, 15% PC, 10% smartphone e 5% tablet.

Da questo scostamento di può desumere che il mercato italiano non sia ancora molto maturo sul fronte Smart TV. D’altronde nell’estate del 2016, in sede di presentazione del TIM Vision basato su Android TV, venne confermato che in Italia solo il 25% delle TV delle famiglie italiane era Smart e che queste solo l’80% veniva realmente connesso al Web. Da allora qualcosa potrebbe essere cambiato, anche grazie al successo dei dispositivi esterni come il Chromecast, ma le percentuali Netflix lasciano intendere che la strada è ancora lunga.

La maggiore percentuale italiana mobile invece potrebbe essere legata ad almeno tre aspetti. Il primo è la maturità di questo segmento: se c’è un mercato prospero nel nostro paese è proprio quello smartphone, prescindere dalle fasce di età. Secondo Digital in Italy 2017 su una popolazione di circa 59 milioni di abitanti gli utenti unici mobili sono 50 milioni.

In secondo luogo bisogna considerare le prestazioni medie della rete mobile, spesso più performanti rispetto a quella residenziale in molte aree del paese. E infine il fatto che l’offerta Netflix è profilata soprattutto per un pubblico giovane.

Un ulteriore dettaglio del report è che, a livello globale, a sei mesi di distanza dall’attivazione del servizio gli utenti tendono a incrementare la fruizione su TV e a ridurre quella su PC e smartphone.

Infine una nota curiosa. Tutti i generi, dai thriller alle commedie, sono viste tendenzialmente su TV, ma lo Sci-Fi è quello con la percentuale di pubblico superiore su PC. Chissà perché…

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2022 NonSoloMobile

Theme by Anders Norén

Follow by Email
YouTube