Nuove tecnologie e non solo...

iPad Pro 2017, nei test multi-core supera i MacBook Pro 13″ del 2016

Ormai è da anni che si usa fare confronti di potenza tra i dispositivi portatili, quali smartphone e tablet, con  i vecchi Pc, non solo con i primi calcolatori elettronici, ma anche con Pc di inizio millennio.

Beh invece il nuovo tablet della mela è addirittura più potente di un portatile di solo un anno fa.

Ovvio il sistema operativo iOS 11 non ha ancora tutte le funzioni e le potenzialità che offre la controparte macOS, ma ci si sta avvicinando sempre più.

Una serie di test svolti dal blog BareFeast, che ha messo a confronto due generazioni di iPad Pro, sia gli attuali 10.5/12.9 che i precedenti 9.7/12.9, con due MacBook Pro Retina da 13″, uno in versione 2017, equipaggiato con processore Intel i7 dual core da 3.5GHz, GPU Intel Iris Plus 650, 16GB di RAM LPDDR3 2133MHz e un SSD da 1TB, e uno in versione 2016, con la medesima in configurazione di RAM e memoria interna ma un chip Intel i7 dual core da 3.1GHz e GPU Iris Plus 550.

I benchmark utilizzati sono stati due, GeekBench 4 e GFXBench. Il primo ha permesso di testare le prestazioni della CPU e, grazie al nuovo test, della GPU, mentre il secondo è esclusivamente relativo all’aspetto grafico. Di seguito i primi risultati, ovvero quelli relativi alle performance Single e Multi core delle CPU di tutte e 6 le macchine esaminate.

I risultati in Single core vedono il MBPR 2017 in testa, grazie ai suoi 4650 punti, seguito a ruota dal modello 2016 con 4417 punti. Subito dietro troviamo i due iPad Pro 2017, sostanzialmente pari con 3950/20 punti, mentre in fondo alla classifica troviamo gli iPad Pro 2015/6, con il modello da 12.9″ che ottiene 3081 punti e il modello da 9.7″ che chiude la tabella con un punteggio di 3007. Questo primo test ci mostra una gerarchia in linea con quelle che sono le aspettative, tuttavia è importante notare come i punteggi di iPad Pro siano aumentati del 30% nel corso di una sola generazione, mentre nel caso dei MacBook Pro l’incremento sia solo del 5%.

I risultati cominciano ad essere molto più interessanti se si passa ad osservare i punteggi Multi core. Il MBPR 2017 continua a dominare la classifica con 10261 punti, tuttavia alla sue spalle non vi è più la variante 2016, bensì i nuovi iPad Pro 2017, con 9332 punti per il 10.5″ e 9220 per il 12.9″. Questa volta il MBPR 2016 arriva al quarto posto, con 8509 punti, mentre i due iPad Pro 2015/6 si fermano rispettivamente a 5199 e 5088 punti.

I nuovi iPad Pro superano il punteggio del MBPR 2016, avvicinandosi notevolmente alla variante 2017. Estremamente notevole l’incremento di prestazioni nel corso di una sola generazione: grazie al passaggio ad una CPU Tri Core, i nuovi Pro riescono a guadagnare circa l’80% rispetto ai propri predecessori.

Se quindi, sino ad ora i punteggi hanno sempre premiato la categoria MacBook, almeno per quanto riguarda la prima posizione, passando all’analisi delle prestazioni della GPU otteniamo risultati del tutto inattesi. I nuovi iPad Pro 2017 raggiungono il punteggio ottenuto dai MacBook all’interno del test Metal GPU di GeekBench 4, con iPad Pro 10.5″ in testa alla classifica con 27814 punti, seguito da MBPR 2016, 27631 punti, iPad Pro 12.9″, 27597 punti e da MBPR 2017 con 26353 punti. Quest’ultimo punteggio appare decisamente strano e potrebbe essere il frutto di qualche mancata ottimizzazione che non permetta alla GPU di esprimere il suo reale potenziale in questo test, quindi il riferimento principale va alla generazione 2016 di MacBook Pro.

I precedenti iPad Pro si fermano a 14955 punti, nella variante 12.9″ e a 15520 punti per quella da 9.7″. Anche in questo caso l’incremento è sorprendente, considerata la già ottima GPU presente su A9X; il nuovo A10X Fusion è in grado di portare a casa punteggi superiori dell’80% anche in questo campo.

Le ultime due tabelle sono relative a GFXBench e ai suoi due test Metal Manhattan e Metal T-Rex, entrambi eseguiti in modalità 1080p Offscreen. In questo caso il vantaggio dei nuovi iPad Pro è ancora più evidente e segna un distacco netto anche nei confronti dei due MacBook Pro. Il test T-Rex ci offre quindi 219 e 215 FPS (12.9″ e 10.5″) per gli iPad Pro 2017, 199 FPS per entrambi i MBPR, 163 FPS per iPad Pro 12.9″ 2015 e 120 FPS per iPad Pro 9.7″. Passando a Manhattan, abbiamo 44 e 42 FPS (12.9″ e 10.5″) per i nuovi iPad Pro, 37 e 37 FPS per i MBPR (2017 e 2016), 33 FPS su iPad Pro 12.9″ 2015 e 26 FPS per iPad Pro 9.7″.

Concludiamo questo confronto con un commento finale. I benchmark, come al solito, non ci dicono tutta la verità su un determinato prodotto, tuttavia ci offrono un interessante termine di paragone che permette di confrontare il livello di prestazioni ottenuto da un determinato hardware nello svolgere determinati compiti. Questo non vuol dire che, in assoluto, A10X Fusion sia al livello di un chip Intel i7, ma che la sua resa sia quanto meno paragonabile in alcuni ambiti.

D’altronde i benchmark multipiattaforma hanno proprio questo scopo, ovvero quello di presentarci degli scenari quanto più comuni possibili per stabilire una proporzione delle prestazioni abbastanza affidabile, anche se questa non è in grado di stimare tutte le potenzialità del singolo chip. In ogni caso, questa generazione di iPad ci mostra come Apple sia in grado di proporre dei SoC mobile in grado di rappresentare una valida alternativa alle soluzioni Intel attualmente in commercio, almeno per quanto riguarda alcuni prodotti come il MacBook 12.

I nuovi iPad Pro, sebbene siano equipaggiati con i SoC mobile più potenti del mercato, trovano in iOS la principale limitazione che gli impedisce di emergere come prodotti completi e autonomi a 360°, in grado di sostituire completamente il bisogno di possedere un PC. Le novità di iOS 11, come detto in apertura, indicano la nuova strada che Apple intende percorrere nel campo dei tablet: ora non ci resta che attendere il suo debutto ufficiale per poter valutare l’effettivo impatto nella produttività in mobilità.

 Sia mai quindi che la vera soluzione possa trovarsi in portatile come il MacBook 12 con magari uno schermo touch più simile ad iPad ma con macOS?

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2023 NonSoloMobile

Theme by Anders Norén

Follow by Email
YouTube