Nuove tecnologie e non solo...

Samsung Note 7, non tutti hanno ancora ridato indietro il proprio dispositivo

note7rumor

Nonostante tutte le richieste fatte da Samsung e le relative offerte per il reso del Note 7, più di qualcuno ha deciso di “rischiare” e tenersi lo smartphone.

Se in Italia sui 1950 dispositivi distribuiti mancano all’appello solo 130 esemplari, nel resto del mondo i telefoni incriminati che non sono ancora stati resi sono parecchi.

Fra tutti gli stati in cui molte persone non hanno risposto all’appello di Samsung c’è la Nuova Zelanda, paese in cui sembra si voglia adottare il pugno di ferro contro coloro che non vogliono liberarsi del proprio Note 7, infatti dal prossimo 18 novembre tale dispositivo non potrà più connettersi alle reti cellulari del paese.

Ovviamente questo provvedimento non andrà a bloccare il telefono, ma ne limiterà fortemente l’uso, per lo meno renderà inutile qualunque sim al suo interno. Ricordiamo ancora che non tutti i dispositivi sono difettosi, anzi solo una minima parte di questi sembra aver causato problemi; nonostante questo Samsung ha deciso di non rischiare oltre richiamando in fabbrica tutti i dispositivi venduti e cercando di risarcire in qualche modo tutti gli utenti che da tempo bramavano questo nuovo top di gamma di casa Samsung.

E’ innegabile comunque che la serie Note sia una delle più riuscite da parte di Samsung e anche una delle più richieste, anche se il prezzo come top è sempre molto alto. A questo punto sembra ormai sicuro che per vedere un nuovo modello Note bisognerà aspettare il prossimo anno, anche se in rete gira qualche voce di un probabile Note 7 (magari Neo come per il 3), con un prezzo molto più basso per cercare di vendere in pochi mesi molti dispositivi e magari far dimenticare così in fretta il flop del Note 7

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2023 NonSoloMobile

Theme by Anders Norén

Follow by Email
YouTube